La responsabilità amministrativa degli enti ai tempi del COVID-19

Nei giorni scorsi Confindustria ha pubblicato un Position Paper con prime indicazioni operative sulla responsabilità amministrativa degli enti ai tempi del COVID-19.

L’emergenza epidemiologica da COVID-19 ha coinvolto in modo significativo le imprese, chiamate, tra le altre cose, ad adattare la propria struttura organizzativa e il modo di gestire le prestazioni lavorative al fine di garantire la tutela della salute dei propri lavoratori.

Tra i molteplici aspetti di interesse, essa suggerisce una riflessione sui rischi che le imprese sono chiamate a gestire e, in particolare, sul tema della responsabilità amministrativa degli enti ex D.Lgs. 231/2001.

In quest’ottica, il contributo di Confindustria offre prime indicazioni riguardo al profilo dell’adeguatezza dei Modelli organizzativi adottati ai sensi del Decreto 231 per far fronte ai rischi connessi all’emergenza, ai connessi obblighi per il datore di lavoro e la struttura aziendale, nonché al delicato ruolo dell’Organismo di Vigilanza nell’attuale contesto. 

Nel contesto dell’emergenza sanitaria, una completa ed effettiva compliance
aziendale risulta infatti fondamentale per garantire un’adeguata tutela della salute dei lavoratori ed escludere profili di responsabilità dell’impresa.

Affrontando il tema, alla luce della natura straordinaria e imprevedibile della pandemia in corso e all’assenza delle necessarie competenze tecnico-scientifiche in capo ai datori di lavoro, Confidustria afferma che "è ragionevole sostenere che vadano esclusi profili di responsabilità, anche in chiave 231, in capo al datore di lavoro e all’impresa che abbiano adottato e concretamente implementato le misure anti-contagio prescritte dalle Autorità pubbliche per far fronte al rischio pandemico". 

In ambito 231 ciò trova applicazione nell'insieme dei presidi e dei protocolli implementati dall'impresa per mitigare il rischio di commissione dei reati presupposto e delle specifiche misure anti contagio legate al Covid-19, nonché nel meccanismo dei controlli e dei flussi informativi da e verso l'OdV e la continua interlocuzione tra questo, i vertici e i presidi aziendali preposti.

 

Si allega il Position Paper di Confindustria 

responsabilità_231_e_covid_-_indicazioni_operative_confindustria